Versione Italiana LashBar Sito LashBar in russo English version LashBar
  • Come applicare la matita per gli occhi

    Pubblicato il 18/09/2014 nella categoria Extension ciglia Milano

    Ognuna di noi ha una matita per gli occhi nel suo beauty-case, dalla classica matita nera, ultra temperata, consumata e maltrattata, fino alle matite colorate, che spesso vengono lasciate da parte perché non sappiamo come utilizzarle. È arrivato il momento di rispolverarle, grazie a questa guida che ci insegnerà come applicare la matita per gli occhi.

    Quando si pensa a questo indispensabile prodotto per il make-up, lo si associa automaticamente alla classica matita nera dentro l’occhio. Tecnica giusta, per carità, ma è un po’ come lasciare una Ferrari in garage.

    Le matite, infatti, possono essere sfruttate in mille modi diversi, da sole, al posto dell’ombretto oppure come base per il trucco. Vediamo alcune idee.

    Prima di tutto, dobbiamo chiarire un concetto importante. La matita per gli occhi è quella classica, che possiamo utilizzare soprattutto sul bordo delle ciglia e sulla palpebra, e garantisce una maggiore tenuta ma una minore sfumabilità. Il famigerato kajal è invece una particolare matita dalla pasta morbida, perfetta soprattutto per la parte interna dell’occhio. È molto sfumabile e conferisce all’occhio un’intensità maggiore con una sola passata.

     

    Se non rinuncereste mai alla matita all’interno dell’occhio, quindi, scegliete un kajal del colore che preferite, ma tenente in considerazione il principio per cui una riga scura tenderà a rimpicciolire l’occhio. Se volete ottenere uno sguardo più aperto, optate per una matita chiara, bianca o color burro, perfetta soprattutto per ultimare uno smokey eyes.

    come-usare-matita-occhi

    Per applicare la matita all’esterno dell’occhio, invece, potete giocare davvero in qualsiasi modo e con qualsiasi colore. Per prima cosa, temperate la vostra matita prima di utilizzarla, per avere una punta abbastanza sottile ed essere più precise. Se vedete che risulta troppo morbida o tende a sbavare, vuol dire che la pasta della matita è troppo morbida, per cui potete rimediare tenendola in frigorifero.

    Prima di applicare la matita, stendete il fondotinta o il correttore sulla palpebra, e fissatelo con un velo di cipria. Se avete intenzione di utilizzarla anche al di sotto dell’occhio, fate la stessa cosa anche nella parte inferiore. In questo modo potrete evitare delle fastidiose sbavature e otterrete una maggiore tenuta.

    Prendete la matita come terreste una normale penna per scrivere, senza inclinarla troppo e senza nemmeno impugnarla verticalmente. Tirate la palpebra all’altezza delle sopracciglia, in modo da tenere ben tesa l’attaccatura delle ciglia. A questo punto tracciate una serie di piccoli puntini su tutto il bordo delle ciglia fino all’angolo esterno dell’occhio. Con un pennellino piatto congiungete i puntini sfumandoli verso l’esterno, cercando di terminare la linea con una coda più o meno grande, senza mai mozzarla. Per un risultato più intenso potete ripassare la matita, sfumandola nuovamente.

    Se invece volete utilizzare la matita su tutta la palpebra, applicatela generosamente ed in maniera non troppo precisa vicino alle ciglia, quindi sfumate bene verso l’alto e verso l’esterno, andando a ricoprire bene la palpebra mobile. A questo punto potrete procedere con un ombretto della stessa tonalità, che avrà tenuta ed intensità maggiori, grazie alla matita.

    Per un look davvero originale, potete anche utilizzare due matite diverse nella stessa maniera. Create una linea abbastanza spessa sull’attaccatura delle ciglia, con una matita colorata, meglio ancora se iridescente. Lasciate asciugare perfettamente, quindi tracciate una linea più sottile perfettamente aderente alle ciglia, con una matita nera o comunque molto scura. Il risultato sarà davvero particolare.

    In qualsiasi modo decidiate di applicare la matita, ricordatevi sempre di completare il make-up con un mascara nero volumizzante.


Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.